Ricerca:

Novembre 2015

ECHINACEA - 26/11/2015

Un valido aiuto per rinforzare il sistema immunitario contro le malattie stagionali da raffreddamento


Sistema immunitario

Echinacea è un genere di piante erbacee perenni che fanno parte della famiglia delle Asteraceae. Originaria del Nord America, le specie di maggior interesse farmaceutico ed erboristico sono Echinacea Angustifolia e Echinacea Officinalis (Echinacea Purpurea). La parte utilizzata (droga) è la radice, ma talvolta si usano anche le parti aeree.

 

DESCRIZIONE

 

Le Echinacee sono piante erbacee poliennali che fioriscono tra Giugno ed Agosto e presentano riposo vegetativo nei mesi invernali. Dotate di notevole adattabilità alle diverse condizioni climatiche, Le Echinacee non richiedono terreni particolari anche se prediligono terreni sabbiosi e ben drenati, come quelli delle grandi pianure americane dove crescono spontaneamente ad altitudini che vanno da 0 a 1500 metri. Le radice sono fascicolate, con radice singole di varie dimensioni e calibro. Le Echinacee hanno fusti eretti di altezza variabile da 0,50m a 1,50 m, foglie lanceolate od ellittiche, con margini interi o seghettati, che si riuniscono in rosette lungo gli scapi. I fiori, molto apprezzati per il grande valore ornamentale che rivestono, sono raccolti in grandi capolini terminali con ricettacolo conico. Il frutto è un achenio

 

PRINCIPI ATTIVI

 

I principi attivi sono contenuti principalmente nelle radici ma anche le parti aeree possono contenerne in una certa quantità. I principali sono i seguenti:

 

  • Derivati dell'Acido Caffeico (Echinacoside, Acido cicorico, Cinarina, Acido Clorogenico);
  • Alchilamidi;
  • Polisaccaridi;
  • Glicoproteine;
  • Olii essenziali;
  • Alcaloidi pirrolozidinici;
  • Flavonoidi (Kaemferolo, Quercitina, Luteolina)

 

PROPRIETA'

 

Studi in vitro hanno dimostrato la capacità dei Polisaccaridi di Echinacea di attivare i macrofagi e aumentare il rilascio di Interleuchina-1. Inoltre, i polisaccaridi di Echinacea sono in grado di aumentare la produziuone di altre citochine come Interferone-alfa, Interferone-Beta e TNF (Tumour Necrosis Factor).

Grazie alle sue proprietà riscontrate, L'echinacea svolge una efficace azione antivirale e antibatterica. L'Echinacea, grazie alle sue proprietà immunostimolanti può essere considerata una pianta dalle proprietà adattogene immunostimolanti.

Inoltre, la capacità dell'Echinacea di inibire l'enzima Jaluronidasi, riduce la capacitòà dei batteri di penetrare in profondità nelle ferite e nei tessuti in genere. Da qui, deriva il suo utilizzo come rimedio cicatrizzante e antibatterico se applicato sulle ferite, attività che viene anche definita vulneraria.

 

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

 

Echinacea è indicata nei cambi di stagione come rimedio adattogeno-immunostimalnte, per prevenire e trattare le malattie stagionali da raffreddamento. Inoltre, grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, antibatteriche e vulnerarie, L'Echinacea trova impiego come tintura ad uso locale per favorire la cicatrizzazione delle ferite.

 

DOSE GIORNALIERA E MODO D'USO

 

Nella pratica fitoterapica moderna L'Echinacea viene utilizzata sottoforma di estratto secco, polvere micronizzata da pianta secca o tintura madre. A seconda delle varie forme e titolazioni, L'Echinacea va assunta nell'ordine di circa 1 grammo al giorno per quanto riguarda le tisane e le polveri micronizzate. Gli estratti secchi (titolati al minimo al 0,66% in Echinacoside), vanno assunti in dose massima di 400 mg al giorno.

 

AVVERTENZE

 

L'Echinacea è una pianta che si è dimostrata efficace e sicura. Tuttavia, si sconsiglia l'utilizzo da parte di persone soggette a malattie autoimmuni poichè l'attività immunostimolante dell'Echinacea potrebbe aggravare alcuni sintomi del disturbo autoiimune.

 

Se desideri acquistare Echinacea capsule da Farmacisti Associati clicca qui:

 

http://www.farmacistiassociati.com/dettaglioprodotto.php?IDCategoria=99&IDProdotto=2346&tipo=C