Ricerca:

Gennaio 2015

SERENOA REPENS - 16/01/2015

Serenoa Repens: un aiuto naturale nel trattamento dell'ipertrofia prostatica.


Prostata

La Serenoa Repens conosciuta anche come Sabal Serrulata o Saw Palmetto è una palma nana appartenente alla famiglia delle Arecaceae. La parte usata (droga) è costituita dal frutto (bacca).

 

DESCRIZIONE

 

Arbusto (alto 3-4 metri) con foglie palmate, senza nervature continue e divise in piccole foglie allungate-lanceolate aventi un unico picciolo provvisto di spine, fiori bianchi e frutti di colore  giallo tendente al blu scuro quando maturi. Mesocarpo simile ad una oliva e singolo grosso seme lungo circa due centimetri.

La pianta è presente nel sud est degli Stati Uniti, sud Carolina, Florida e Mississipi.

 

PRINCIPI ATTIVI

 

Il frutto contiene:

-olio fisso, costituito da 75% di acidi grassi liberi e 25% di sostanze neutre, tra cui steroli liberi o esterificati.

-Acido antranilico

-Beta sitosterolo

-stigmasterolo

 

PROPRIETA'

 

La somministrazione orale di un estratto del frutto ha dimostrato l'inibizione della 5 alfa reduttasi prostatica (enzima responsabile della trasformazione del testosterone in metaboliti che fanno aumentare il volume prostatico), si è inoltre riscontrato un antagonismo selettivo nei confronti dei recettori del diidrotestosterone presenti a livello prostatico.

Serenoa Repens riduce i sintomi conseguenti l'ingrossamento prostatico (lo scarso e frequente flusso urinario, l'impossibilità di trattenere il flusso a lungo) ma non riduce le dimensioni della prostata.

 

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

 

Serenoa Repens viene utilizzata in associazione con Licopene e ortica nel trattamento dell'ipertrofia prostatica benigna, è stata riscontrata anche un efficacia sulla calvizie maschile dovuta all'antagonismo testosteronico esercitato dalla pianta. Può essere somministrata in associazione ad altre terapie.

 

AVVERTENZE

 

Gli effetti collaterali (soprattutto nausea) si manifestano quando il rimedio viene assunto a stomaco vuoto, non sono note interazioni con medicinali di sintesi. Si sconsiglia l'assunzione a donne in gravidanza in allattamento e a bambini.

Serenoa Repens è considerata una pianta sicura.

 

Se desideri acquistare SERENOA REPENS da Farmacisti Associati clicca sul seguente link:

http://www.farmacistiassociati.com/dettaglioprodotto.php?IDCategoria=99&IDProdotto=2319&tipo=C

CRISANTELLO AMERICANO - 10/01/2015

Crisantello Americano: un valido aiuto per il tuo fegato


Fegato e depurazione epatica

Il Crisantello Americano (Chrysanthellum Indicum) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae. La parte usata (droga) è rappresentata dalla pianta intera, senza radice.

 

DESCRIZIONE

 

Pianta erbacea di piccole dimensioni, con fusto strisciante o leggermente eretto. Raramente raggiunge l'altezza di 1 m. Il crisantello ha foglie alterne, pennatosette. Le foglie terminano con una punta acuta e presentano una rilevante nervatura centrale.

I fiori, di colore giallo-arancio sono grandi circa 4 cm e solitamente piuttosto numerosi.

La pianta è originaria dell' America centrale e meridionale ma si è diffusa anche in Africa Australe (soprattutto nella valle del Volta, Nigeria, Congo, Ghana), Isole Caraibiche e Subcontinente Indiano.

 

PRINCIPI ATTIVI

 

La pianta è molto ricca in:

  • Flavonoidi
  • Saponine specifiche (Crisantellina A e B)
  • acidi polifenolici
  • acido clorogenico
  • acido caffeico
  • Sesquiterpeni e Diterpeni

 

PROPRIETA'

 

In virtù del suo alto contenuto in Flavonoidi e Saponine (Crisantellina A e B), Il Crisantello Americano esercita una profonda azione epatoprotettrice. Studi clinici hanno evidenziato le spiccate capacità del Crisantello di proteggere il fegato dallo stress ossidativo nei casi di epatopatie biliari da stress, nelle dispepsie epatobiliari e soprattutto nell'etilismo acuto e cronico (intossicazione alcolica acuta, alcolismo cronico). Inoltre il Crisantello, agendo come induttore enzimatico del Citocromo P450, è in grado di sostenere ed aumentare la capacità del fegato di biotrasformare le sostanze tossiche sia di natura esogena che endogena. Per la sua alta capacità di neutralizzare l'effetto nocivo dei radicali liberi sugli epatociti, Il Crisantello esercita una buona azione antiperossidante sull'epatocita, proteggendolo dalla necrosi indotta dalla biotrasformazione delle sostanze tossiche.

L'alto contenuto in acidi polifenolici è il responsabile della sua azione angioprotettrice nei confronti dei capillari. Questo avviene sia per diminuzione della permeabilità capillare e per aumento della resistenza capillare.

Possiede buona azione anticolesterolemica e drenante i liquidi linfatici.

Infine, Studi scientifici comparativi hanno evidenziato che il Crisantello possiede attività antiinfiammatoria (superiore a quella della aspirina, rutina, fenilbutazone), antiaggregante piastrinica e coleretica (superiore a quella del Cardo Mariano).

 

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

 

Per le sue spiccate proprietà epatoprotettrici ed antiepatotossiche, Il Crisantello Americano viene impiegato principalmente nelle epatopatie tossiche, nell'etilismo acuto e cronico (a questo proposito vedi il prodotto POSTUM cliccando qui: http://www.farmacistiassociati.com/dettaglioprodotto.php?IDCategoria=29&IDProdotto=2169&tipo=C) e come rigeneratore epatico in caso di epatiti virali, cirrosi epatica, steatosi epatica.

Inoltre, la capacità del Crisantello di abbassare i livelli ematici di colesterolo lo rendono molto efficace nell trattamento delle ipercolesterolemie da stress e nelle ipercolesterolemie da stasi, ovvero in quei soggetti che hanno una dieta ricca di grassi e che spesso abusano di bevande alcoliche. E' interessante notare che l'ipercolesterolemia in questi soggetti è spesso resistente ai farmaci e alla correzione della dieta.

Uno studio scientifico condotto presso L'Università di Lione ne ha evidenziato la sua efficacia nel trattamento della calcolosi biliare e renale (effetto definito "litiasi").

In conclusione, il marcato effetto vasotonico e capillaroprotettore ne fanno un ottimo rimedio nel trattamento delle varici, nella stasi venosa, emorroidi, aterosclerosi e nei disturbi della microcircolazione sanguigna.

 

AVVERTENZE

 

Il Crisantello Americano è considerata una pianta molto sicura, non presenta effetti collaterali nemmeno ad alte dosi e può essere usata anche come supporto a terapie già in atto poichè non presenta fenomeni di interazione con altri farmaci e/o altri trattamenti fitoterapici.

 

 

 

Se desideri acquistare CRISANTELLO AMERICANO da Farmacisti Associati clicca sul seguente link:

 

http://www.farmacistiassociati.com/dettaglioprodotto.php?IDCategoria=99&IDProdotto=2351&tipo=C